Le manie di Ninfa – Parte 5

triangolo amoroso

Oggi è un bel giorno per Ninfa. Perché è finalmente arrivato il momento in cui incontrerà la coppia di amici con cui ha scambiato qualche e-mail negli ultimi giorni.

Li ha “conosciuti” attraverso un sito d’annunci, dove loro si erano presentati come due amici che volevano provare una cosa a tre con una ragazza carina. C’era stato uno scambio di foto, di tutti i tipi, per capire anche cosa avessero da offrire e hanno fissato poi luogo e ora d’incontro: Mercoledì notte alle 23:00 in un B&B in città.

Arriva a destinazione e li trova già in camera. Si siedono su quel letto, un po’ squallido e iniziano una semplice conversazione, indirizzata giusto sui solito convenevoli come età, bla bla. Ninfa è annoiata da questo tipo di cose, vuole subito passare all’azione. Così li zittisce tappando con la mano la bocca di uno dei due e iniziando a slacciare i pantaloni dell’altro con la mano libera. In effetti erano proprio dei bei ragazzoni, suoi coetanei, probabilmente anche loro studenti universitari, o forse avevano già terminato gli studi, visto che Ninfa era rimasta un po’ indietro.

Quello a cui ha già tirato fuori il cazzo si chiama Vittorio, mentre il nome dell’altro è Matteo. Lei è già bagnatissima, super eccitata, si cala subito su Vittorio e inizia a succhiarglielo con foga, mentre con le mani adesso sta denudando Matteo. Vuole subito vedere gli attrezzi, metterli a confronto. Una dotazione standard per entrambi, ma questa volta è soddisfatta ugualmente perchè ne ha ben due a disposizione. Cambia posizione, si mette in ginocchio e inizia a tirare un pompino in contemporanea ad entrambi. In poco tempo si ritrova tra le mani due membri marmorei: è arrivato il momento di spogliarsi. I due restano a bocca aperta di fronte al bellissimo corpo di Ninfa. Sicuramente avevano già avuto qualche bella ragazza, ma Ninfa è tutt’altra cosa, sembra una dea.

Iniziano a leccarsi le labbra, indossano il preservativo. Fa sdraiare Matteo sul letto, che è quello che ce l’ha più grosso, perchè ha già in mente come fare la doppia penetrazione, è il modo migliore di usare i due cazzi che ha a disposizione. Sale su Matteo e inizia infilandolo nella sua bagnatissima figa calda. Poi si piega e allarga l’ano, facendo cenno a Vittorio. Il ragazzone si posiziona e inizia a poggiare delicatamente la punta, poi inizia a premere lentamente e piano piano scivola dentro. Il sesso anale a Ninfa piace da morire, ma non può farlo coi calibri troppo grossi, perchè è molto stretta dietro. Ecco perchè un calibro meno fuori misura ogni tanto non le dispiace. Li sente entrambi dentro, è una sensazione bellissima, si sente proprio riempita e quando i due iniziano a spingere e in particolare quando trovano il giusto ritmo lei inizia a godere come una cagna. Si sente così posseduta, così sazia. L’anale le fa ancora un po’ male perchè è alle prime botte, ma non interessa perchè il piacere supera il dolore. Questi due ci sanno proprio fare, hanno un’ottima intesa e se la chiavano con vigore. Nel frattempo Matteo, quello sotto, le lecca le tette, mentre Vittorio la sculaccia. Ma dieci minuti dopo è tutto finito. I due vengono quasi contemporaneamente, direttamente nel preservativo quando sono ancora dentro. Ninfa si riveste, saluta e va via con l’evanescenza che la contraddistingue.

Adesso Ninfa è da sola, di notte, in un quartiere non molto trafficato di Catania e spera di riuscire a rientrare a casa quanto prima. Ha un po’ paura e si sta già pentendo di ritrovarsi adesso in questa situazione poco piacevole, solo per le sue solite libidini.

Commenti

commento