Sesso anale, ecco perché ci sono ancora tutti questi problemi

Spesso e volentieri il sesso anale è considerato ancora un vero e proprio tabù. Anche nel linguaggio parlato si fa riferimento a tutta una serie di espressioni che prendono in considerazioni il sedere proprio per intendere il fatto di essere stati raggirati oppure ingannati.

Certo, anche questo non è un aspetto che può dare una mano alla reputazione del sesso anale. In fondo, sel l’atto di fare sesso anale sarebbe davvero un sinonimo di perdita, sia di potere che in termini di dignità, allora non ci sarebbe nemmeno una persona che vorrebbe farlo.

Stando al filosofo Paul Preciado, che ha scritto il libro “Terrore anale. Appunti sui primi giorni della rivoluzione”, il motivo di tale comportamento deriva dal fatto che gli uomini e le donne sono stati oggetto di “castrazione” del proprio ano che, in compagnia della bocca, rappresenta un vero e proprio strumento di piacere, che riesce al contempo ad essere sia democratico che sinonimo di uguaglianza.

Secondo altri luminari, la chiusura dell’ano si può paragonare alla proprietà privato. Ovvero, quando l’ano viene utilizzato come un semplice strumento per espellere, allora è il corpo medesimo a diventare privato. Uno dei motivi, inoltre, che hanno portato quasi a demonizzare il sesso anale corrisponde al fatto che c’è tanta disinformazione a riguardo.

Al giorno d’oggi, il sesso anale viene considerato semplicemente come una pratica molto eccentrica, che piuttosto di frequente non si vuole nemmeno proporre al proprio partner. Il motivo? Semplice, c’è molta paura di quella che potrebbe essere la reazione del partner ad una simile richiesta, così come si ha timore del suo giudizio.

Anche l’universo del porno mainstream propone costantemente dei filmati in cui il sesso anale viene rappresentato come una pratica che ricorre molto di frequente e molto facile da realizzare, presentandola comunque come uno strumento estremo di piacere.

Avere un approccio sicuro e tranquillo verso il sesso anale deve prescindere da tutti questi aspetti. In ogni caso, questo tema sta diventando sempre più centrale nella sessualità di un gran numero di coppie, non solamente eterosessuali ovviamente.

E ci sono pure dei workshop che hanno come obiettivo proprio quello di far diventare tale pratica un vero e proprio piacere per un numero di coppie sempre maggiore. Un ciclo di workshop denominato “Introduzione al sesso anale”, che si rivolge in modo particolare a persone che sono timorose nei confronti del sesso anale, ma che hanno comunque curiosità rispetto a tale pratica.

Commenti

commento